Blog

Il blog ufficiale di Stefano Bona, inquilino inattuale tra le linee e le vie nelle quali si dipanano l’Estetico e l’Ascetico, umile avventuriero, viaggiatore, amante della contemplazione e della speculazione intellettuale ma al contempo portato a non lasciarsi scappare la vita nell’innocenza del divenire…

Apparso alla Madonna, disperso in italietta

          La natura di questo svolìo è nel flusso, non di coscienza joyciana ma d'intemperanza, disciolta annodatura in alcuni punti del passaggio veloce di Carmelo nostro. Come un'intervista a noi stessi, attraverso i significanti che a lui fluivano.  Le righe che seguiranno sono semplicemente le domande rivolte a noi stessi, quelle che "il qui presente-assente" intimava di perpetrare con forza chirurgica, impietosa analisi e traboccamento spleenetico in trapasso d'ideale mancato. Il cerchiarsi internamente su trafittura beniana, porta seco la tabula rasa della presenza e della rappresentazione.    Carmelo Bene ci dona un sempiterno "soffio" prezioso, come nell'antimetafisica…

Leggi tutto

Le possibilità di una scrittura: Michel Houellebecq

Le persone produttive funzionalmente per la nostra società sono una piccola classe di ingegneri e di tecnici. L'ideale sociale è solo questo: se è tecnicamente realizzabile, sarà tecnicamente realizzato. (La ricerca della felicità)   In questa nostra trattazione prenderemo in esame tre momenti della produzione letteraria di Houellebecq: prima la poesia, poi i temi e l’humus del corpo dei suoi saggi e dei suoi romanzi e infine uno sguardo attento sull’ultima fatica, Sottomissione. “Il poeta è un parassita sacro; simile agli scarabei dell'Antico Egitto, può prosperare sul corpo delle società ricche e in decomposizione. Ma ha ugualmente il proprio posto in…

Leggi tutto